lunedì 14 agosto 2017

Tutte le novita' preziose del Natale 2017

E' vero siamo a ferragosto,ma il tempo scorre cosi' velocemente che basta una batter di ciglia e siamo a Natale.
Tra pochi giorni ricominciano le scuole,il lavoro riprende a tempo pieno,un paio di mesi et voila' bisogna pensare ai regali di Natale.






L’artigianato orafo italiano non passa mai di moda,bello,pregiato,racing e accattivante specialmente quando incontra i gusti della passione sportiva.
Circuiti é il marchio-alfiere di questo sentiment,sempre in pole position,sempre in testa alla classifica dei gusti degli sportivi italiani.





                                              Ciondolo Circuito di Monza in oro e diamanti



Quali sono gli sport più venduti in Italia? Una recente ricerca condotta da StubHub, piattaforma per la compravendita di biglietti, acquisita da eBay, mostra che il calcio resta il vincitore indiscusso tra gli sport più popolari in Italia nel 2016.





                                               
                                                         Bracciale racchetta da tennis


Infatti, le partite di pallone continuano a salire nelle richieste, rappresentando più del 92% delle vendite di sport sul sito web. Questa la classifica: 1.Calcio, 2.Tennis, 3.Rugby, 4.Pallacanestro, 5.MotoGp, 6.Wrestling, 7.Formula 1.




 


Re assoluto dello sport, il calcio resta al primo posto nella classifica degli sport più popolari in Italia. Il prezzo medio per andare ad una partita di calcio è stato di 125 euro, in calo del 12% rispetto ai 141 euro del 2015. Questa differenza nel prezzo medio si spiega con il fatto che si tratta di un mercato maturo, con alte cifre sia nell’offerta sia nella domanda, circostanza che sposta i prezzi verso il basso. I tifosi del Milan sono quelli che hanno comprato di più nella piattaforma.


Anche se il tennis si è mantenuto al secondo posto tra gli sport preferiti dagli italiani, la percentuale occupata nelle vendite globali di sport in Italia è passata dal 4% del 2015 al 2% nel 2016.




Cairoli third in Switzerland

The wet mud of Frauenfeld saw Antonio Cairoli on the podium of the MXGP class for the fifth time in a row, and for the eleventh time this year. The Swiss Grand Prix was the fifteenth round of the 2017 season and now, with four more to go, the KTM Red Bull Factory Racing team rider is leading the series with 97 points over second.  


Tony, who is a big fan of this track as he demonstrated with last season’s victory, started the weekend with two decent practice sessions. Picking the third gate for Saturday’s qualification race, the Sicilian won easily, taking his season pole tally to seven and putting himself in the driving seat for the main event. The track, having been affected by heavy rains throughout the entire week, was in good condition on Saturday but really sketchy and demanding on Sunday, with deep ruts and a lot of bumps. In the first moto Cairoli grabbed a decent start but lost a position and ended the first lap in fifth place.


Once he found a good rhythm he started pushing hard on his KTM 450 SX-F in the Swiss mud, moving up to third place six laps from the end, and closing down the gap on the leader to only a second, whilst putting in the best lap of the race on the last lap. The second moto was much more demanding, even though the eight time World Champion scored a fantastic hole-shot at the first corner. TC222 struggled to find the good lines and, as he admitted, rode too carefully, making a few mistakes that prevented him from being able to battle for the victory. Cairoli passed under the chequered flag fourth for a third overall place, the first of this season. Next round is in seven days on the hard pack soil of Uddevalla, for the MXGP of Sweden.


Antonio Cairoli: “I’m definitely happy with the result because it’s very good for the championship, but I’m not so happy with the race itself, because everyone wants to win and nobody more than me. In the second moto I rode a little too carefully and when you ride so carefully at the start, on this kind of track, then it’s easy to make mistakes. I made a few early on and I lost a lot of time, then I just couldn't pass the two riders in front of me. If I could have then the win was still on. I’ve just got to be more aggressive at the beginning of the race but I slipped in a few places and I over jumped the big table top, landing on the flat, luckily not crashing. Overall I’m not so happy with my riding in the second moto but I’m happy for the Grand Prix because it’s always good to be on the podium. We are approaching the end of the season, the title is getting closer and closer and that is our only goal at the moment. I look forward to the next race in Sweden, where I hope we can be on the box once again.”


Race 1
1-A.Tonus 2-M.Anstie 3-A.Cairoli 3-G.Coldenhoff 4-G.Paulin 5-R.Febvre

Race 2
1-J.Herlings 2-G.Paulin 3-R.Febvre 4-A.Cairoli 5-T.Gajser

Grand Prix Overall
1-J.Herlings 40p. 2-G.Paulin 40p. 3-A.Cairoli 38p. 4-R.Febvre 36p. 5-M.Anstie 31p.

MXGP World Championship Standings
1-A.Cairoli 605p. 2-J.Herlings 508p. 3-G.Paulin 486p. 4-C.Desalle 483p. 5-T.Gajser 406p.

Next Grand Prix: Sweden
, Uddevalla, 20/08/2017

Quinto podio consecutivo per Cairoli

Il fango di Frauenfeld ha visto Antonio Cairoli salire sul podio della MXGP per la quinta volta di fila, l’undicesima quest’anno.



Il Gran Premio di Svizzera era il quindicesimo round della stagione 2017 ed ora, a quattro dalla fine, il pilota del team KTM Red Bull Factory Racing, guida la serie iridata con 97 punti sul secondo. Tony, a cui questa pista piace molto, come dimostrato dalla vittoria della passata stagione, ha iniziato il fine settimana con due sessioni di prove cronometrate positive, cogliendo il terzo cancello per la gara del sabato.



Il siciliano ha vinto poi la manche di qualifica, centrando la settima pole position dell’anno. La pista, bagnata dalle precipitazioni, cadute copiosamente durante tutta la settimana, era in buone condizioni al sabato ma particolarmente ostico e impegnativo alla domenica, con canali profondi e buche insidiose. In gara uno Cairoli è partito bene, ma ha perso subito una posizione, chiudendo il primo giro in quinta posizione; una volta trovato il giusto ritmo però, ha spinto al massimo la sua KTM 450 SX-F sul fango svizzero, recuperando fino alla terza posizione e chiudendo ad un solo secondo dal vincitore, segnando il giro record all’ultimo passaggio. La seconda manche è stata molto più complicata della prima, anche se l’otto volte Campione del Mondo ha centrato un fantastico hole-shot, partendo davanti a tutti. Tony ha inizialmente faticato a trovare le giuste linee e, come ha lui stesso ammesso, ha guidato inizialmente con troppa prudenza, compiendo qualche errore e perdendo di fatto la possibilità di battagliare per la vittoria fiale. Cairoli è transitato sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione, centrando per la prima volta quest’anno, il terzo posto assoluto di giornata. Prossimo GP tra sette giorni sul terreno duro di Uddevalla, per il Gran Premio di Svezia.



Antonio Cairoli: “Ovviamente sono felice di questo risultato, perché è molto positivo per il campionato ma non sono per niente soddisfatto della gara, perché come tutti gli altri piloti, volevo vincerla. In gara due ho guidato troppo prudentemente e quando lo fai all’inizio della gara, su una pista del genere, è facile commettere errori. Ne ho fatti alcuni e ho perso molto tempo, così mi è stato impossibile passare i due piloti davanti a me, altrimenti la vittoria del Gran Premio sarebbe stata possibile. Avrei dovuto solo essere più aggressivo ad inizio manche ma sono scivolato un paio di volte e sono arrivato lungo sul panettone, atterrando sul piatto, fortunatamente senza cadere. In generale quindi non sono soddisfatto della mia guida in gara due ma sono felice per la gara, perché è sempre bello salire sul podio. Ci stiamo avvicinando alla fine della stagione e siamo sempre più vicini al titolo, che al momento è il nostro unico obbiettivo. Ora non vedo l’ora che arrivi la prossima gara in Svezia. dove spero di salire nuovamente sul podio.”



Gara 1
1-A.Tonus 2-M.Anstie 3-A.Cairoli 4-G.Paulin 5-R.Febvre

Gara 2
1-J.Herlings 2-G.Paulin 3-R.Febvre 4-A.Cairoli 5-T.Gajser

Classifica di Gran Premio
1-J.Herlings 40p. 2-G.Paulin 40p. 3-A.Cairoli 38p. 4-R.Febvre 36p. 5-M.Anstie 31p.

Campionato
1-A.Cairoli 605p. 2-J.Herlings 508p. 3-G.Paulin 486p. 4-C.Desalle 483p. 5-T.Gajser 406p.


Prossimo Gran Premio: Svezia, Uddevalla 20/08/2017

lunedì 7 agosto 2017

Fourth podium in a row for Cairoli

It was an amazing weekend for the KTM squad, placing six of their riders on the podium at the Grand Prix of Belgium, the fourteenth round of the MXGP 2017. On Lommel’s infamous “sands of Hell” the Austrian manufacturer went 1-2-3 in both the MX2 and MXGP class. Antonio Cairoli, winner of the last three rounds of the series and leader of the Championship, went third in timed practice and managed to finish second in the qualifying race, on a track flooded by Saturday’s heavy rain. Under the bright Sunday sun Tony had a brilliant start, grabbing with his KTM 450 SX-F the hole shot and entering into a fantastic duel with his team mate, Glen Coldenhoff, who passed him after the first corner. 


The Sicilian lost another position but soon found his rhythm and got back to second place, where he and Coldenhoff battled it out behind Herlings. With Coldenhoff taking advantage of a small crash by the eight time World Champion, Tony reeled him back in and passed to finish the moto in second. In the second moto TC222 took his second hole shot of the day and tried to pull a gap, but Herlings had the greater speed and soon put a pass on him. The battle was epic, with Tony scoring the best lap time of the race as he closed down and passed his fellow team mate, regaining the lead. Herlings passed him back after seven laps and Cairoli decided to avoid all sort of risks, managing the huge gap he had over third and passing under the chequered flag in second for a second overall. The KTM Red Bull Factory Racing rider now has an extended lead of 99 points, with five Grand Prix left until the end of the season. Next race is in 7 days on the Frauenfeld track, in Switzerland.

 
Antonio Cairoli: “It’s amazing to see how this Grand Prix panned out today, I don’t think that six KTM’s have ever filled the podium of both classes. It’s amazing what this manufacturer is bringing to the sport and I’m really happy to be a part of this brand. I want to congratulate all of the people who are behind this success story, as well as my two team mates for the great battles we had out there today on what was a very rough track. Fighting with Jeffrey, who is one of the fastest guys on this kind of soil, was fun and I enjoyed it a lot. I had a good race going with him and my team mate Glen during the first race, but right now I need to be looking at the points and I didn’t want to get into any crazy stuff as the end of the season is not far off! Jeffrey was definitely more motivated than me to win here as I need to be looking more at the bigger picture. For me it was more important to increase my lead in the championship than try anything silly going for the win. I’m looking forward to the race in Switzerland next weekend, on one of my favourite tracks where I won last year, because I have a lot of Italian and Swiss fans who will for sure come over there to see some good action.”



Race 1
1-J.Herlings 2-A.Cairoli 3-G.Coldenhoff 4-J.Van Horebeek 5-M.Nagl

Race 2
1-J.Herlings 2-A.Cairoli 3-M.Anstie 4-G.Coldenhoff 5-C.Desalle

Grand Prix Overall
1-J.Herlings 50p. 2-A.Cairoli 44p. 3-G.Coldenhoff 38p. 3-C.Desalle 31p. 5-G.Paulin 29p.

MXGP World Championship Standings
1-A.Cairoli 567p. 2-J.Herlings 468p. 3-C.Desalle 462p. 4-G.Paulin 446p. 5-T.Gajser 376p.

Next Grand Prix: Swiss
, Frauenfeld, 13/08/2017

Quarto podio consecutivo per Cairoli!!

E’ stato un fine settimana incredibile per lo squadrone KTM, che ha piazzato sei dei suoi piloti sul podio del Gran Premio del Belgio, quattordicesima prova della MXGP 2017. Sulla famigerata pista di Lommel, nota anche come “Inferno di sabbia”, il costruttore Austriaco ha infatti siglato un fantastico 1-2-3, sia in MX2 che in MXGP. Antonio Cairoli, vincitore delle ultime tre tappe della serie e leader della classe regina, ha chiuso le prove cronometrate in terza posizione ed in seconda la gara di qualifica del sabato, su una pista allagata dalle forti precipitazioni. Domenica, sotto un bel sole brillante, Tony ha colto con la sua KTM 450 SX-F una partenza perfetta, facendo segnare l’hole-shot ed ingaggiando un bel duello con il compagno di squadra Glen Coldenhoff, che lo ha passato dopo la prima curva. Il siciliano ha perso un’altra posizione ma non appena ha trovato il giusto ritmo è tornato secondo, battagliando con Coldenhoff, dietro ad Herlings.


E’ stato un fine settimana incredibile per lo squadrone KTM, che ha piazzato sei dei suoi piloti sul podio del Gran Premio del Belgio, quattordicesima prova della MXGP 2017. Sulla famigerata pista di Lommel, nota anche come “Inferno di sabbia”, il costruttore Austriaco ha infatti siglato un fantastico 1-2-3, sia in MX2 che in MXGP.  



Antonio Cairoli, vincitore delle ultime tre tappe della serie e leader della classe regina, ha chiuso le prove cronometrate in terza posizione ed in seconda la gara di qualifica del sabato, su una pista allagata dalle forti precipitazioni. Domenica, sotto un bel sole brillante, Tony ha colto con la sua KTM 450 SX-F una partenza perfetta, facendo segnare l’hole-shot ed ingaggiando un bel duello con il compagno di squadra Glen Coldenhoff, che lo ha passato dopo la prima curva. Il siciliano ha perso un’altra posizione ma non appena ha trovato il giusto ritmo è tornato secondo, battagliando con Coldenhoff, dietro ad Herlings. A due giri dal termine Glen ha approfittato di una scivolata dell’otto volte Campione del Mondo per passarlo ma Cairoli ha prontamente riconquistato la posizione, chiudendo la prima frazione secondo. In gara due il pilota del KTM Red Bull Factory Racing Team ha centrato il secondo hole-shot della giornata, cercando di allungare da subito, ma Herlings, più veloce nelle fasi iniziali, lo ha passato. La battaglia è stata epica, con Tony che faceva segnare il miglior giro della giornata, avvicinandosi e ripassando il compagno di marca, prendendo nuovamente il comando delle operazioni. Herlings passava ancora al settimo giro e Cairoli decideva di non prendere ulteriori rischi, gestendo l’enorme vantaggio sul terzo e passando sotto la bandiera a scacchi in seconda posizione. TC222 allunga in campionato a 99 lunghezze sul secondo, con cinque Gran Premi alla fine della stagione. Prossima gara tra sette giorni sulla pista di Frauenfeld, in Svizzera.




Antonio Cairoli: “E’ stato un Gran Premio incredibile oggi, non credo che sia mai successo che KTM mettesse tutti e sei i piloti sul podio della MX2 e della MXGP nello stesso giorno. E’ fantastico quello che questo costruttore sta facendo per lo sport e sono davvero felice di far parte di questo marchio. Voglio congratularmi e ringraziare tutte le persone che sono dietro questa successo storico ed anche i miei compagni di marca, per le belle battaglie disputate oggi su una pista davvero tosta. Lottare con Jeffrey, che è uno dei piloti più forti del mondo su questi terreni, è stato bello e ci siamo divertiti parecchio. In gara uno, con lui e Glen ho disputato una manche discreta ma in questo momento devo guardare sopratutto ai punti e non voglio commettere sciocchezze, sopratutto ora che la stagione sta volgendo al termine. Jeffrey era sicuramente più motivato di me per vincere oggi, mentre io ho un obbiettivo più importante e per me era molto importante aumentare il vantaggio in classifica ed evitare rischi inutili cercando di vincere. Ora non vedo l’ora di correre in Svizzera, su una delle mie piste preferite, dove ho vinto l’anno scorso e dove sicuramente molti tifosi svizzeri ed italiani verranno per vederci all’opera.”



Gara 1
1-J.Herlings 2-A.Cairoli 3-G.Coldenhoff 4-J.Van Horebeek 5-M.Nagl

Gara 2
1-J.Herlings 2-A.Cairoli 3-M.Anstie 4-G.Coldenhoff 5-C.Desalle

Classifica di Gran Premio
1-J.Herlings 50p. 2-A.Cairoli 44p. 3-G.Coldenhoff 38p. 4-C.Desalle 31p. 5-G.Paulin 29p.

Campionato
1-A.Cairoli 567p. 2-J.Herlings 468p. 3-C.Desalle 462p. 4-G.Paulin 446p. 5-T.Gajser 376p.


Prossimo Gran Premio: Svizzera, Frauenfeld 13/08/2017




 

giovedì 27 luglio 2017

Perito orafo a Novara

Un perito orafo deve conoscere la storia dell'oreficeria e le tecniche usate, la tecnologia dei metalli preziosi (ad esempio la composizione e le caratteristiche delle leghe) e le tecniche con le quali si realizzano i gioielli. In questo modo può stimare un gioiello oppure un oggetto in oro, determinandone il tipo di lavorazione, la lega usata, il tipo di decorazione e il valore dell'oggetto stesso.





Un perito orafo può lavorare autonomamente, unendo l'attività artigianale alle perizie oppure tramite una gioielleria o una filiera di produzione di oggetti preziosi, allo stesso tempo può essere impiegato da un Tribunale per far stimare pezzi di oreficeria e gioielli il cui possesso è contestato oppure che vengono pignorati a copertura di un debito.






Il perito svolge valutazioni su preziosi e rilascia cerificati di analisi alla presenza dell'interessato con immediata restituzione degli stessi.
Consulenze con notai,commercialisti,avvocati e privati,successioni,eredita' e divisioni ereditarie.
Il perito rilascia certificati di analisi su pietre preziose e gioielli montati con relativa valutazione. 







Gianfranco Quartaroli è il perito orafo di Novara iscritto al ruolo periti ed esperti al numero 425.
Sul luogo della perizia bisogna presentarsi muniti degli strumenti necessari a individuare con precisione quali materiali bisogna esaminare: lentino 10x,bilancia professionale,liquidi per prova oro ai titoli 12kt e 18kt,liquidi prova argento,calamita,rapaport,calibro,tester per diamanti,penna di durezza,chiave per apertura orologi,mini microscopio 60x.
Presso il laboratorio orafo di Novara seleziona, analizza e certifica preziosi e materiale gemmologico.
Esegue analisi storiche e di autenticazione delle marchiature su gioielleria e argenteria antica e moderna, studi sulle tecnologie di lavorazione, stime e verifica dell'autenticità di orologi antichi e moderni, perizie qualitative e di valutazione per assicurazioni e privati, aperture di cassette di sicurezza, consulenze patrimoniali, divisioni ereditarie, consulenze tecniche giudiziali e stragiudiziali e consulenze per il restauro.
Il laboratorio tratta e restaura gioielli antichi, argenterie da portata o arredamento, coralli, avorio, perle, turchese e materiali preziosi. 
Gianfranco da oltre vent'anni si interessa di materiali preziosi: i metalli, tecniche di lavorazione, il design, le punzonature, gli stili, la storia, la legislazione, i materiali gemmologici,inventore dei gioielli con le forme dei circuiti di Formula 1 e MotoGP.






“L’attività di perito ed esperto, da un punto di vista tecnico, si concretizza generalmente nel fornire una prestazione d’opera non intellettuale, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente, disciplinata principalmente dagli artt. 2222 e seguenti del Codice civile.




Il perito ai sensi dell’art. 2222 c.c. “si obbliga a compiere verso un corrispettivo un’opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente. L’attività di perito ed esperto è estremamente varia in quanto consiste nell’assistenza tecnica in qualsiasi attività per la quale è richiesta una particolare competenza in uno o più settori specifici”.
Esistono occasioni nella vita in cui si può aver bisogno di conoscere il valore di una cosa che si possiede o si eredita. Disporre di una valutazione di un qualsiasi bene prezioso in nostro possesso, può essere d’aiuto nel prendere decisioni relative alla loro gestione. Una stima può servire a soddisfare semplicemente la curiosità di conoscere il valore di un oggetto prezioso rispetto al prezzo pagato; oppure, in molti casi, a documentarne il valore a fini assicurativi.






In materia di gioielli, l’assistenza tecnica offerta dal perito orafo consiste nella valutazione del valore di un oggetto prezioso da parte di un esperto orafo. Essa richiede innanzitutto un’accurata descrizione dell’oggetto e delle sue componenti , la sua provenienza, come pure la sua valutazione qualitativa.
La stima di un gioiello, oltre alla descrizione dettagliata dell’oggetto visionato, deve indicare la natura, le dimensioni e il peso della gemma incastonate, il tipo di metallo impiegato, il titolo e il suo peso. Essa dovrebbe, inoltre, essere accompagnata da note esplicative dei termini e delle abbreviazioni impiegate (punzonatura e marchio di identificazione), solitamente riportate con evidenti incisioni all’interno o sul retro degli oggetti preziosi, in conformità agli standard richiesti dalle vigenti norme di leggi in vigore.
Compito del Perito è anche quello di descrivere la manifattura dell’oggetto, indicandone la collocazione temporale, la provenienza e la tipologia di manifattura visionata. Ulteriore informazione utile per chi richiede assistenza tecnica, è conoscere il nome e la qualifica
zione professionale del perito, della sua associazione di appartenenza e, cosa molto importante, è verificare l’utilizzo degli strumenti e delle tecniche impiegate per eseguire la stima.
Un semplice esame oculare non è sufficiente per valutare una gemma. Se un “gioielliere” si dovesse limitare a osservare il vostro gioiello per una stima, dovreste cercare altrove.
Una delle domande più frequenti è: Da chi dovrei far valutare i miei gioielli?” . Nel caso in cui vi troviate nella necessità di assumere un professionista qualunque, che si tratti di un idraulico o di un avvocato, occorre conoscere e prendere atto,delle sue credenziali, della sua reputazione e dell’esperienza specifica in relazione al compito richiesto.

lunedì 24 luglio 2017

Piercing a Novara in centro citta'

Finalmente a Novara in centro citta' una vasta gamma di piercings.









Veri e propri gioielli in acciaio.






Piercing da ombelico,piercing da lingua,piercing da sopracciglio,piercing da labbro,piercing per capezzolo,orecchini da naso.







Questa vasta gamma di prodotti  la potete trovare esclusivamente da Quartaroli Gioielli in Piazza Puccini 5 in centro a Novara.






Piercing in teflon,Piercing in acciaio chirurgico 316L,orecchini da naso in argento 925.

Tony Cairoli win in Loket

It was not easy for any of the riders to go out on track and do what they love to do most today, following the tragic loss of Igor Cuharciuc, a 12 year old boy who sadly passed away yesterday, whilst competing in the EMX85 class. After a minute of silence the races started and Tony Cairoli, who won the qualifying race yesterday, jumped well out of the gate, hitting the first corner in fifth. The Sicilian lost some ground in the first few corners and had to fight with annoying arm pump during almost all the race. After taking third and finding some good speed he got his head down and started to close in, but it was too late to get back to the top. In the second moto the eight time World Champion started better and managed to take the lead after six laps, pushing his KTM 450 SX-F to the finish line for the 83rd. victory of his career. With a now extended 92 point lead over second place in the championship the KTM Red Bull Factory Racing rider begins preparations for the next race on the calendar, which is on the Belgian sand of Lommel. Round 14 of the MXGP 2017 takes place in 2 weeks time.




Antonio Cairoli: “I’m very happy to finish this GP with a victory. It’s amazing because I’ve never got on very well with this track and I’ve struggled here a lot in the past. To be honest I had set my goal at finishing anywhere on the podium, so a win is extra special. This year it seems that everything is just that bit easier because we have worked really well on the bike recently and I feel that it is working almost perfectly for me, and I enjoy riding it. It’s also the first time that I’ve ridden with the 450 on this track and I found it made a big difference for me.


With the 350 I always had to be much more aggressive, as I was missing the torque that the 450 has in some parts of the track, so I really enjoyed racing here in Loket with the 450 today. The start of the first moto was ok, at the first corner I was a little bit too wide and I lost a couple of positions leaving me in fifth. I managed to get back to fourth, following Paulin, but I wasn't riding very well at all. I was making a lot of mistakes and then I got arm pump and I struggled a lot in the first 15/20 minutes trying to find a good rhythm. Once I passed Paulin I felt better and I tried to put in some good laps, but it was too late and I only could make it to third. I was ok with that, because the points are what’s really important at this moment and we are looking ahead at the Championship. In the second moto I started better and I took the lead after few laps, then I’ve pushed a little bit to get a good gap and I managed to win the race, giving me also the overall victory. I want to dedicate this victory to Igor, the kid who sadly passed away yesterday in the EMX85 race, I’m really sorry for that. It was a difficult night for everybody and riding the bike on the track where it happened yesterday was not easy. I want to say that we all are close to the family. Now I’m looking forward to the next race in Lommel, because it’s like a home GP for me and the sand is what I like the most so I’m really looking to go there.”



Race 1
1-T.Gajser 2-C.Desalle 3-A.Cairoli 4-G.Paulin 5-J.Herlings

Race 2
1-A.Cairoli 2-C.Desalle 3-J.Herlings 4-T.Gajser 5-G.Paulin

Grand Prix Overall
1-A.Cairoli 45p. 2-C.Desalle 44p. 3-T.Gajser 40p. 4-J.Herlings 36p. 5-G.Paulin 34

MXGP World Championship Standings
1-A.Cairoli 423p. 2-C.Desalle 431p. 3-J.Herlings 318p. 4-G.Paulin 417p. 5-T.Gajser 353p.

Next Grand Prix: Belgium
, Lommel, 06/08/2017

TC222: vittoria per Igor.

Dopo la tragica scomparsa di Igor Cuharciuc, un ragazzino di 12 anni, deceduto ieri mentre correva gara uno della EMX85, scendere in pista non è stato facile per nessuno oggi a Loket. Dopo il minuto di silenzio che ha preceduto le gare, Tony Cairoli, vincitore ieri della manche di qualifica, è scattato bene dal cancello, passando alla prima curva nei primi cinque. Il siciliano ha perso un po’ di terreno nelle prime curve ed ha dovuto lottare con un fastidioso indurimento degli avambracci per quasi tutta la gara, fin quando, conquistata la terza posizione, ha trovato la velocità per recuperare terreno sui primi, senza però avere il tempo necessario per tentare l’attacco. In gara due l’otto volte Campione del Mondo è partito meglio e dopo sei giri è riuscito a prendere il comando, spingendo forte con la sua KTM 450 SX-F fino al traguardo, andando a conquistare la vittoria numero 83 della carriera e allungando n classifica a 92 lunghezze sul secondo. Il pilota del KTM Red Bull Factory Racing Team si preparerà ora per il prossimo Gran Premio, il quattordicesimo della MXGP 2017, che avrà luogo tra 14 giorni in Belgio sul terreno sabbioso di Lommel.



Antonio Cairoli: “Sono molto contento di chiudere questo Gran Premio con una vittoria, è incredibile, sopratutto considerando che mi sarei accontentato di un podio, su una pista con la quale non ho mai avuto un buon feeling e sulla quale in passato ho spesso faticato. Quest’anno però tutto sembra più semplice, anche per via del gran lavoro di sviluppo fatto ed io mi diverto a guidare una moto che si adatta perfettamente alle mie caratteristiche. E’ anche la prima volta che corro su questo terreno con un 450 e devo dire che mi ha semplificato molto le cose, perché in precedenza, col 350, dovevo essere molto più aggressivo, vista la mancanza di coppia in alcune parti del circuito. La partenza di gara uno è stata buona, sono andato un po’ largo alla prima curva ed ho perso un paio di posizioni, ritrovandomi quinto; poi ho ripreso la quarta piazza dietro Paulin ma non riuscivo a guidare bene ed ho commesso qualche errore che ha causato l’indurimento degli avambracci, così per i primi 15/20 minuti ho faticato molto a trovare un buon ritmo. 



Quando finalmente l'ho passato, mi sono rilassato ed ho fatto qualche buon giro, ma ormai era tardi e sono riuscito solo a terminare terzo, risultato comunque positivo, anche perché in questo momento guardo al campionato e questi sono punti importanti. In gara due sono partito meglio e dopo qualche giro ho preso la testa della corsa, spingendo per guadagnare terreno, riuscendo a vincere la manche ed anche il Gran Premio. Voglio dedicare questa vittoria al piccolo Igor, il ragazzino che ci ha lasciati ieri nella gara della EMX85, sono profondamente dispiaciuto per quello che è accaduto; è stata una nottata difficile per tutti e guidare la moto proprio dove è caduto ieri, non è stato facile. Voglio dire alla sua famiglia che siamo loro tutti molto vicini. Ora pensiamo a Lommel, dove ritroveremo la sabbia; sono felice di andarci anche perché per me è come correre in casa.




Gara 1
1-T.Gajser 2-C.Desalle 3-A.Cairoli 4-G.Paulin 5-J.Herlings

Gara 2
1-A.Cairoli 2-C.Desalle 3-J.Herlings 4-T.Gajser 5-G.Paulin

Classifica di Gran Premio
1-A.Cairoli 45p. 2-C.Desalle 44p. 3-T.Gajser 43p. 4-J.Herlings 36p. 5-G.Paulin 34p.

Campionato
1-A.Cairoli 523p. 2-C.Desalle 431p. 3-J.Herlings 418p. 4-G.Paulin 417p. 5-T.Gajser 353p.


Prossimo Gran Premio: Belgio, Lommel 06/08/2017