mercoledì 30 novembre 2016

Natale 2016:Le piastrine militari piu' sportive del web

La piastrina identificativa è una piastrina metallica sulla quale vengono incisi i dati della persona che la indossa. È usata quasi esclusivamente da personale militare e serve per il riconoscimento in caso di morte o per ottenere dati come il gruppo sanguigno in caso di ferimento o emergenze.






La piastrina identificativa è solitamente costruita in acciaio o altri metalli resistenti all'acqua.





Il metallo utilizzato é l'acciaio,acciai del tipo 304 e 316L in ottemperanza al Regolamento REACH(CE)N.1907/2006.







L'acciaio è più duro di altri metalli, come oro e argento, è quindi difficile che venga danneggiato ed infine la sua composizione chimica lo rende quasi esente da graffi e permette ad esso di sopportare con maggiore efficienza gli elementi corrosivi come il sudore, la polvere e l’acqua.








Nelle forze armate italiane già alla fine dell'800 era in uso la piastrina identificativa che consisteva in una targhetta forata agli angoli per essere cucita all'interno della giubba durante la ferma.





All'atto del congedo veniva cucita all'interno della copertina del libretto personale e questo veniva consegnato al militare intestatario cui era affidata la custodia.





Queste piastrine portavano inciso elettricamente o dipinto con vernice indelebile il nome, la matricola,l'anno di nascita, il distretto militare e a volte anche la categoria di arruolamento.






Gioielli in acciaio con possibilita' di incisione o personalizzazione a prezzi competitivi inviando una mail di richiesta a info@circuitigioielli.com









lunedì 28 novembre 2016

Natale 2016: Collezione "il Calcio é di chi lo ama"

I protagonisti del calcio sono i tifosi,la passione racchiusa in un gioiello per lo sport più amato e praticato dagli italiani in ogni momento della giornata.






Quante volte ci è capitato di andare al bar e l'argomento principale dei clienti é il calcio.





Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci.
(Diego Armando Maradona)







Il calcio è un gioco ma anche un fenomeno sociale. Quando miliardi di persone si preoccupano di un gioco, esso cessa di essere solo un gioco.
(Simon Kuper)




Il Brasile mangia, dorme e beve calcio. Vive di calcio
(Pelè)







Dallo stadio calcistico il tifoso retrocede ad altro stadio: a quello della sua stessa infanzia.
(Eugenio Montale)









Il calcio è la cosa più importante delle cose non importanti.
(Arrigo Sacchi)





Ci sono giocatori che vanno verso il pallone, quasi tutti. E ci sono palloni che vanno dai giocatori. Succede solo ai più bravi.
(Nils Liedholm)









Il pallone, è come una donna, ama le carezze.
(Eric Cantona)





Corro come un nero per guadagnare come un bianco.
(Samuel Eto’o)







Nel calcio, come nel settore dell’orologeria, il talento e l’eleganza non significano nulla, senza rigore e precisione.
(Lionel Messi)







Odio chi trova colpe anche nella sconfitta. La sconfitta è un dono non richiesto: accresce lo spirito comune e forgia l’anima.
(Mario Kempes)








Il calcio è semplice, ma è difficile giocare semplice.
(Johan Cruyff)






                                                Ciondolo la "Foca Monaca" Marco Nappi



Quando avrò vinto tutto, sarò meno egocentrico.
(Josè Mourinho)


venerdì 25 novembre 2016

La sicurezza nelle gioiellerie dei centri commerciali non esiste

Proprio questa settimana c'è stata un'altra rapina in una gioielleria di un noto centro commerciale.

Allora ci siamo chiesti,ma perchè sono aumentate le rapine nelle gioiellerie dei centri commerciali?

Basta mettere su GOOGLE: rapine nei centri commerciali e ne vedrete delle belle tra mitra e assalti.








Per avere una gioielleria la legge richiede determinati requisiti di sicurezza: porte blindate,vetri anti sfondamento,telecamere,cassaforte,videoregistratori.
Le gioiellerie delle citta' se ci fate caso hanno tutti questi requisiti,ma le gioiellerie dei centri commerciali?







Pensateci bene,non ne hanno,sono completamente aperte senza nessun requisito di sicurezza mettendo a rischio incolumita' tutte le persone che visitano i centri commerciali nel caso di rapine a mano armata.

Inoltre negli ultimi anni queste gioiellerie fanno anche il compro oro,tra l'altro con campagne pubblicitarie non veritiere, e quindi il rischio è ancora piu' elevato dovendo tenere in cassaforte sia parecchi contanti per fare il ritiro,sia l'oro usato ritirato per almeno 10 giorni.







Chiaramente per i rapinatori dei sistemi di sicurezza cosi' inesistenti sono una manna ed è per questo che sono aumentate le rapine nelle gioiellerie dei centri commerciali: nessun rischio,nessuna porta,nessuna bussola,si possono confendere tra la folla creando il panico.

La nostra domanda é: bisogna aspettare il morto per mettersi in regola?









Gioiellerie all'aperto completamente alla merce' dei mal intenzionati mettendo a serio rischio la vita dei visitatori,ma non solo di quelli intenzionati ad acquistare nelle gioiellerie dei centri commerciali,ma anche di quei visitatori che vanno semplicemente a fare la spesa!








Il nostro invito è quindi rivolto alle autorita' competenti che obblighino le gioiellerie dei centri commerciali a rispettare gli stessi requisiti di sicurezza che rispettano le gioiellerie delle citta'.





mercoledì 23 novembre 2016

Orecchini e gioielli per pallavoliste

Mila e Shiro due cuori nella pallavolo sono i gioielli da indossare in qualsiasi occasione.





Bracciali,ciondoli e orecchini per pallavoliste




Bellissime e originalissime idee regalo di Natale.








L'amore per la pallavolo racchiuso nel gioiello firmato Circuiti.





Indossa tutta la passione per il volley!






Un unico Amore,la pallavolo... perche' il mio sport.... è differente!!!

lunedì 21 novembre 2016

Natale 2016: Circuiti gioielli,sport ed eleganza

Le donne che indossano Circuiti Gioielli hanno a cuore il proprio benessere, amano lo sport e la vita attiva, senza rinunciare a stile ed eleganza.







La moda elegge ed eleva gli accessori sporty a dettagli super fashion da avere e indossare nella quotidianità.
Tantissimi marchi di moda tendono ad avvicinarsi sempre piu' allo sport;









Donatella Versace dichiara che lo sport è l'eleganza di domani,Giorgio Armani ha vestito l'Italia delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi,dopo Dolce e Gabbana,la Diesel di Renzo Rosso vestira' il Milan per i prossimi 3 anni.





I nostri gioielli possono essere portati con classe a qualsiasi appuntamento di lavoro o mondano donando un tocco di sportivita' ad un look elegante.
Ad esempio cosa c'entra la bicicletta con il lusso,chiedere a Louis Vuitton che ha appena acquistato Pinarello,una delle eccellenze italiane in fatto di bici.







Ideale per la donna che mette sempre al primo posto lo sport con un accessorio firmato Circuiti che possa essere un ciondolo,un bracciale o un paio di orecchini.







Circuiti Gioielli il mix di stile,sport ed eleganza per la donna che non deve chiedere....mai!
Sfoglia il catalogo online






sabato 19 novembre 2016

Novita' 2017:Orologio con la Cupola di Novara

Per tutti i novaresi la Cupola di San Gaudenzio è da sempre il simbolo dell'identità della comunità cittadina. Un simbolo che accomuna tutti, senza distinzioni, e che si ricerca con lo sguardo quando si rientra in città.






Il nostro laboratorio orafo,gia' conosciuto in citta' per realizzare i gioielli del Novara Calcio e della Igor Volley,ha voluto dimostrare ancora una volta l'amore per questa citta' con l'deazione di due nuovissimi orologi dedicati  alla "sorellina" della Mole Antonelliana; gli orologi in acciaio inox,uno da parete e uno da tavolo, sono in esclusiva presso la nostra gioielleria in Piazza Puccini.







Un'ottima idea regalo per questo Natale nel caso non si sapesse cosa regalare.
Il nostro negozio vuole essere un punto di riferimento in centro citta' per chi cerca qualcosa di diverso dalle solite proposte delle gioiellerie dei centri commerciali ed è per questa ragione che ci impegnamo a inventare e ideare gioielli e orologi unici di qualita' che non si trovano da nessun'altra parte.







La Basilica di San Gaudenzio è una delle più importanti attrazioni della città di Novara. La prima costruzione dell’edificio risale all’841 d.C. anche se la vera e propria basilica fu edificata solo nel corso del Cinquecento, dove appunto prima si trovava il tempio originale.












 I lavori della chiesa iniziarono nel 1577 su progetto di Pellegrino Tibaldi. La chiesa fu consacrata nel 1590, ma i lavori furono interrotti per cause economiche e ripresero solamente nel 1626. La costruzione dell’edificio terminò solo molti anni più tardi, nel 1711 quando le reliquie di San Gaudenzio furono portate nella chiesa.








L'elemento che maggiormente caratterizza la Basilica di San Gaudenzio è la meravigliosa Cupola progettata dal celebre e geniale Antonelli. Il primo progetto risale al 1841, ma i lavori iniziarono solo 3 anni più tardi e terminarono (a causa di diversi ripensamenti di Antonelli e successivi malcontenti di chi aveva commissionato l’opera dovuti ai continui cambi di progetto dell’architetto) il 16 Maggio del 1878 quando fu issata sulla cima della guglia la statua del Cristo Salvatore, statua in bronzo ricoperta in lamine d’oro e opera di Pietro Zucchi. Nello stesso periodo, tra l’altro, Antonelli si dedicò ai lavori per la costruzione della Mole Antonelliana sua opera simbolo e sorella maggiore in altezza della cupola di Novara.





La cupola della Basilica di San Gaudenzio di Novara con le sue colonne, la decorazione floreale a stucco della cupola interna, la guglia, i mattoni rossi, le travi di legno a vista e i grandi archi in pietra è un’opera di straordinaria bellezza che merita assolutamente di essere vista.L'idea regalo nuova dedicata al simbolo della citta' é in esclusiva da Quartaroli Gioielli in Via G.Puccini 5 a Novara.




venerdì 18 novembre 2016

Qual è il fascino del pugilato?

Sapete qual è il fascino del pugilato?








Il pugilato funziona al contrario della vita. Sul ring vai incontro al dolore, e vai incontro con tutta la forza che puoi per incassare il meglio possibile senza mai indietreggiare, con la consapevolezza che tutto quello che potrebbe farti male ce l'hai davanti, che niente ti colpirà alla nuca approfittando di una distrazione momentanea, che nessuno giocherà alle tue spalle.







Non ci sono traditori sul ring, nessuna bugia in quel quadrato, perché il pugilato è onore, il pugilato insegna a crescere, insegna ad essere uomini, il pugilato è magia, il pugilato è la follia di rischiare tutto per un sogno che nessuno vede, tranne te. (Cit.Don Juan)








L'uomo che non ha fantasia,non ha ali per volare.(Muhammad Ali)





                                         
                                                            Portachiavi Guantone da Boxe




Dentro un ring o fuori non c'è niente di male a cadere.È sbagliato rimanere a terra.(Muhammad Ali)







I campioni non si fanno nelle palestre.I campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo:un desiderio, un sogno, una visione.(Muhammad Alì)




                                                     Collana Guantone da Boxe in Acciaio




Danza come una farfalla e pungi come un'ape!(Muhammed Ali)





Per diventare un campione, bisogna credere in se stessi quando nessuno ci crede.(Sugar Ray Robinson)
"Il pugilato risponde a precisi canoni estetici e si caratterizza per l’elevato rispetto delle regole: si tratta dunque di una disciplina associata alla tradizionale immagine di sport completo, elegante e attento alla salute". Lo ha detto Federico Gaetano, presidente e amministratore delegato di StageUp, che ha analizzato e registrato un crescente interesse per gli sport da combattimento. Puntuale, il sito Sporteconomy ha ripreso il dato: sono state 16.975.000 le persone che seguono la boxe in Italia nel 2016 (fascia d'età 14-64 anni), in crescita rispetto al 2015 di 814.000 unità. E sono 374.600, fra agonisti e amatori, gli italiani che si cimentano coi guantoni.

giovedì 17 novembre 2016

Natale 2016: Gioielli per il ciclismo femminile

Forse non tutti sanno che ai tempi di Girardengo,Belloni,Bottecchia correva su strada anche una donna la bolognese Alfonsina Morini.Nel 1924 disputo' il Giro d'Italia classificandosi trentesima davanti a diversi altri corridori e per ben 36 volte vinse gare ciclistiche contro uomini.





Nel 1924 Emilio Colombo direttore della Gazzetta dello Sport ammise Alfonsina al Giro d'Italia.A quei tempi le strade non erano asfaltate,le biciclette pesavano almeno venti chili e il cambio di velocita' non esisteva.









Le trasformazioni sociali, e la grande importanza attribuita ai vantaggi dell’esercizio fisico hanno portato ad un aumento della pratica sportiva femminile a tutti i livelli, dal fitness, atletica, nuoto, ciclismo,pallavolo,pallacanestro ecc.






ll ciclismo femminile, a qualsiasi livello si pratichi e’ diventato una realta’, il  numero delle praticanti sta salendo vertiginosamente, sull’onda delle bellissime affermazioni agonistiche delle nostre atlete come la giovanissima Elisa Balsamo campionessa mondiale Juniores di ciclismo su strada a Doha ed Elisa Longo Borghini bronzo a Rio nella prova in linea di ciclismo che ha dato un forte scossone ad un ambiente che sembrava a addormentato, ma che in realta’ lavorava sodo anche, con scarsità di mezzi economici e tecnici.





L'Europeo francese é stato positivo per i colori azzurri, soprattutto in ottica futura; al termine della prima giornata, infatti, l’Italia era in testa al medagliere con un oro e un argento grazie alla splendida doppietta Morzenti-Vigilia nella cronometro delle Junior che è stata, di fatto, la gara che ha aperto le danze a Plumelec.







L’Italia dei pedali “in rosa” ritorna dunque a casa con un 1 oro (Lisa Morzenti), 2 argenti (Alessia Vigilia, Elisa Balsamo) e 1 bronzo (Elisa Longo Borghini): un bottino che ha messo in luce il grande vivaio azzurro ma che potrà, certamente, essere migliorato in futuro.








Ciclismo femminile...che passione!!!