lunedì 27 giugno 2016

Il Mondiale di Pattinaggio 2016 a Novara si avvicina

Il Mondiale di Pattinaggio Artistico è un appuntamento importante per consacrare Novara in una sua proiezione internazionale. La tradizione per questa avvincente disciplina ha consentito a Novara di aggiudicarsi questa edizione del Mondiale 2016 dopo Cali.



La città metterà a disposizione di Novara 2016 tutte le moderne strutture e la professionalità di un’organizzazione che vedrà coinvolte anche le associazioni sportive locali. Il palazzetto Sporting Terdoppio sede delle gare assicura un parquet altamente performante ed è in grado di contenere più di 4.000 spettatori. L’impianto sarà disponibile già 15 giorni prima dell’inizio ufficiale delle competizioni per il sopralluogo degli atleti insieme ad altre strutture per le sessioni di training.





L’organizzazione per la serenità degli atleti ha programmato sistemazioni alberghiere molto confortevoli e di prossimità alle sedi di allenamento e di gara.




Il Mondiale di Pattinaggio Artistico di Novara sarà aperto con una suggestiva cerimonia di inaugurazione che sarà ripresa dai maggiori broadcaster internazionali come tutte le gare in programma.




I pattini a rotelle sono parte dell’identità stessa della città di Novara, che negli sport rotellistici, dall’hockey su pista alle diverse specialità del pattinaggio, è sempre stata una realtà di eccellenza assoluta a livello nazionale ed internazionale.






Più antica e assai radicata la tradizione nell’hockey a rotelle. Nel settembre del 1924 in una sala sotterranea posta sotto un cinema, il glorioso “Vittoria” nacque l’Hockey Club Vittoria (più precisamente Club Vittoria Skating, Danze e Hockey) per iniziativa dei due pionieri Francesco Cestagalli e Vittorio Masera, i quali scoprirono questo gioco nella vicina. Il passo successivo fu l’iscrizione (nel gennaio del 1925) del Vittoria Hockey Club Novara alla federazione, e poi l’acquisizione del nome definitivo Hockey Club Novara.






L’Hockey Novara ha vinto nella sua lunga storia (passata attraverso molte vicissitudini ed ora portata avanti da nuove compagini societarie) 32 titoli tricolori, è rimasta la squadra più scudettata in tutte le discipline sportive.







Accanto all’hockey, a partire dagli anni ’50 si sviluppò a Novara anche un interessante movimento nel pattinaggio di velocità e, soprattutto, nel pattinaggio artistico a rotelle.
Un movimento che in questi 50 anni, è cresciuto dando vita a molteplici esperienze di società agonistiche e di sport di base, forgiando atleti di livello nazionale ed internazionale e coinvolgendo centinaia di giovani impegnati nella formazione e nelle gare.

Kiara Fontanesi vince il G.P.di Lombardia


Il primo successo stagionale è arrivato nella maniera più bella: trionfo davanti al pubblico italiano. Kiara Fontanesi ha sfatato il tabù della prima affermazione 2016 e ha esultato sul gradino più alto del podio del Gp Lombardia.


Sulla sabbia di Mantova, davanti a migliaia di appassionati che hanno fatto il tifo per tutte le due manche, Kiara si è imposta nella prima frazione e ha chiuso terza nella seconda, conquistando così il Gp. 




Una vittoria che dà morale e rilancia la Fontanesi nel mondiale che festeggia nel miglior modo il Gran Premio italiano su di una pista che le è sempre stata congeniale. Kiara ci teneva a imporsi sulla pista del Tazio Nuvolari, sulla quale aveva vinto tante gare ma non aveva mai corso il mondiale.


In conferenza stampa pre gara aveva dichiarato di voler vincere e ci è riuscita coronando nel miglior modo un weekend positivo e vincendo il suo quarto Gran Premio d’Italia dopo quelli conquistati nel 2012 a Trento, nel 2013 a Maggiora e nel 2014 a Trento. 







Nella prima manche Kiara, dopo un contatto con un’avversaria che le ha fatto perdere posizioni, ha recuperato subito posizioni portandosi i nemmeno metà giro in sesta piazza. La sua marcia di avvicinamento a Van De Ven, Lancelot e Papenmeier è proseguita fino al momento in cui le prime due sono cadute dopo un contatto. Una volta seconda, alle spalle della Papenmeier ha aspettato il momento giusto per sferrare l’attacco. A quattro giri dalla conclusione con un bel sorpasso, Kiara, si è portata in testa e ha vinto la sua prima manche stagionale senza patemi. 





Una partenza non brillante in seconda manche ha obbligato Kiara all’ennesimo recupero. Ha risalito posizioni e si è portata negli scarichi della Verstappen e Papenmeier, mentre Van De Ven e Lancelot cercavano la fuga. Da quinta, la Fontanesi è passata quarta, per poi sorpassare la Papenmeier a pochi giri dalla conclusione. Una volta terza la portacolori delle Fiamme Oro ha cercato di riagganciare le prime due, ma non è riuscita anche a causa di diversi doppiaggi difficoltosi. La vittoria di manche è andata alla Van De Ven che ha preceduto Lancelot. Con il terzo posto, la Fontanesi ha vinto il Gp scatenando la gioia sua, del team e dei tifosi italiani. 






Kiara Fontanesi “ Ci voleva questa vittoria. La inseguivo da inizio stagione  ed è arrivata. È andato tutto bene in questo weekend. Abbiamo fatto un bel lavoro sulla moto e siamo arrivati preparati. Nella prima manche un’avversaria mi ha toccato e ho perso posizioni. Una volta arrivata dietro alla Papenmeier ho visto che avevo un miglior passo e una volta passata in testa sapevo che non mi avrebbe più raggiunto. Nella seconda manche non ho fatto una bella partenza e ho dovuto recuperare ancora una volta. Mi sono riagganciata al gruppo di testa, ma poi non sono riuscita a passare subito la Papenmeier e ho perduto contatto. C’era una sola traiettoria ed era difficile passare oggi, poi ci sono stati i doppiaggi. Peccato perché se fossi partita meglio avrei potuto fare doppietta. Nel complesso sono soddisfatta dellavittoria del Gran Premio. Ringrazio tutti per il supporto, dal team ai tifosi che si facevano sentire durante la gara.”  

Tony Cairoli heroic in Mantova

The twelfth round of the World MXGP was held in Mantova, on the sandy track of the Tazio Nuvolari circuit. The Red Bull KTM Factory Racing team rider had to bite the bullet and fight the scorching heat during the sessions of timed practice, in qualifying race and in the races to bring an unexpected fourth place finish at home that allows him to be second in the standings with six races to the end. Tony, despite breaking his left hand in England a week ago, made the choice not to take drugs and painkillers to avoid compromising its capabilities, due to the high temperatures that marked the entire weekend. A courageous choice for the eight-time World Champion that finished eighth in the qualification and took the start of race one with good determination.





Compromised the chance to fight for the top positions, because of a contact at the start, Cairoli has struggled with all his might to remount from last to sixth place the heats. In race two, Antonio launched his KTM 450 SX-F at full speed out of the gate, signing a sensational hole-shot, which enabled him to lead the group from the first corner. Cairoli ended the second race in third place after a thrilling battle with the red plate of the series Tim Gajser in front of the 27000 noisy spectators, excited by the memorable duel. Next appointment in three weeks in the Czech Republic for the thirteenth round of the 2016 World MXGP Championship.
Antonio Cairoli: “Unfortunately the first start wasn’t good enough and I had a contact with two riders, so i was last at the first corner.





I made a good comeback and I passed 27 riders in the first lap but this takes me a lot of energies and with this kind of temperatures it’s tough. I was able to come back to six but i was very tired, also because with my injury I couldn't train during the week. Second moto was amazing, with a good start and good pass with Tim that is at the top of his form at the moment. Winning the heat was possible but unfortunately i over jumped a table top and I twisted my wrist again. It was painful and I had to slow down for two laps, so he came back and managed the way to pass me. I did a little mistake in the last lap that costed me the second place but overall I’m happy because I did the right choice, deciding to don't take any pain killers and medicaments that could create come troubles with those temperatures.”






Next Grand Prix: Czech Republic, Loket 24/07/16
Race 1:
1-T.Gajser, 2-C.Desalle, 3-G.Paulin, 4-M.Nagl, 6-A.Cairoli
Race 2:
1-T.Gajser, 2-G.Paulin,3-A.Cairoli, 4-C.Desalle, 5-G.Coldenhoff
Grand Prix:
1-T.Gajser 50p. 2-G.Paulin 42p. 4-C.Desalle 40p. 4-A.Cairoli 35p. 5-J.Van Horebeek 30p.
World Championship Standings:
1-T.Gajser 532p. 2-A.Cairoli 440p. 3-R.Febvre 408p. 4-M.Nagl 401p. 5-E.Bobryshev 396p.

Tony Cairoli eroico e stoico a Mantova

La dodicesima prova del Mondiale MXGP si è disputata a Mantova, sul sabbioso tracciato del Tazio Nuvolari. Il pilota del team KTM Red Bull Factory Racing ha dovuto stringere i denti e lottare contro il caldo asfissiante durante le sessioni di prove cronometrate, in qualifica ed in gara per portare a casa un insperato quarto posto finale che gli permette di conquistare la seconda posizione in campionato, a sei prove dalla fine. Tony, nonostante la frattura alla mano sinistra rimediata in Inghilterra una settimana fa, ha fatto la scelta di non sottoporsi ad infiltrazioni e di non prendere medicinali ed antidolorifici per non compromettere le sue capacità, viste le alte temperature con le quali si sono svolte le manche. Una scelta coraggiosa, che ha premiato l’otto volte Campione del Mondo che dopo aver chiuso la qualifica all’ottavo posto, ha preso il via di gara uno determinato a far bene. Compromesse le possibilità di lottare per le posizioni di vertice, a causa di un contatto in partenza, Cairoli ha lottato con tutte le sue forze per rimontare dall’ultima alla sesta posizione la manche. In gara due Antonio ha lanciato la sua KTM 450 SX-F a tutta velocità fuori dal cancello, siglando uno strepitoso hole-shot, che gli ha permesso di guidare i gruppo sin dalla prima curva. Cairoli ha chiuso la seconda frazione al terzo posto, dopo una lotta esaltante con la tabella rossa della serie Gajser, che ha acceso il tifo scatenato dei 27000 spettatori a bordo pista, estasiati dal duello memorabile. Prossimo appuntamento tra tre settimane in Repubblica Ceca per il tredicesimo round del Mondiale MXGP 2016.





Antonio Cairoli: “Purtroppo la partenza di gara uno è andata male, all’uscita dal cancello sono stato chiuso da due piloti ed alla prima curva ero ultimo. Sono riuscito a fare una buona rimonta ed a passare 27 piloti nel primo giro ma mi è costata molte energie, soprattutto a causa delle temperature altissime. Sono riuscito a terminare sesto ma ero molto stanco, anche perché non mi sono potuto alleare in settimana per via del mio infortunio.






La seconda manche è stata molto buona, con una buona partenza e dei bei sorpassi con Tim che in questo momento è al top della condizione. Penso che sarebbe stato possibile vincere gara due ma sono saltato lungo su un panettone e mi sono slogato il polso di nuovo. A causa del dolore ho dovuto rallentare per un paio di giri e lui ha trovato il modo per passare. Nell’ultimo giro ho fatto un piccolo errore che mi è costato la seconda posizione ma sono contento comunque perché ho fatto la scelta giusta di correre senza prendere medicinali e antidolorifici, che con queste temperature rischiavano di compromettere la mia condizione fisica.”






Prossimo GP: Repubblica Ceca, Loket 24/07/16
Gara 1:
1-T.Gajser, 2-C.Desalle, 3-G.Paulin, 4-M.Nagl, 6-A.Cairoli
Gara 2:
1-T.Gajser, 2-G.Paulin, 3-A.Cairoli, 4-C.Desalle, 5-G.Coldenhoff
Gran Premio:
1-T.Gajser 50p. 2-G.Paulin 42p. C.Desalle 40p. 4-A.Cairoli 35p. 5-J.Van Horebeek 30p.
Campionato del Mondo:
1-T.Gajser 532p. 2-A.Cairoli 440p. 3-R.Febvre 408p 4-M.Nagl 401p. 5-E.Bobryshev 396p.

lunedì 20 giugno 2016

Tony Cairoli sixt at Matterley Basin

The track of Matterley Basin has hosted this weekend's British Grand Prix, the eleventh round of the FIM World Championship MXGP 2016. On the legendary British track, where Antonio Cairoli has won four times and where in 2013 he conquest the seventh title of World Champion, the best riders in the Motocross World Championship battled in memorable races. Sixth in Saturday's qualifying race, after recovering the ground lost in a harmless crash on the second lap, Tony made one of his fantastic jump out of the gate in the first heat on Sunday, starting in front of his opponents and signing the eighth hole-shot of the season. After losing two positions during the first lap, Cairoli passed the finishing line of the third lap in fourth place, managing the forces in a long and busy day. At the end of the race Tony, with his usual grit was back on the riders ahead of him, catching up to the second position, riding till the end with a great rhythm.






The start of the second race, under the rain, did not appear as effective as the first and, hampered by two opponents the Red Bull KTM Factory Racing Team rider had to close the gas, passing the second corner in the middle of the group.







Tony launched himself into a furious comeback on the sketchy and wet track but in the third round, he landed short on the big quadruple jump, while attacking for the tenth position, suffering a sharp pain in his left wrist, which forced him to slow down dramatically, losing more positions. Recovered the forces, riding his KTM 450SX-F, Cairoli clenched the teeth to recover again, until you close in tenth position; gaining valuable points which keep him third in the standings, just three points off second place. The next round of the MXGP is among six days on the Lombardy track of Mantova, for the twelfth round of the World Motocross.







Antonio Cairoli: “First moto with the second place was ok, because I struggled a little bit to pass the other riders at the beginning of the race and with the good speed I had maybe I could follow the leader. I try to pass but it was not easy so I had to wait the end of the race, when they did some mistake. I was looking forward for the second race, because I really love this track and I have good memories from the past but then I had a bad start and I came out of the gate really bad. Then I was trying to come back and when I was again close to the top ten, on the big quad I was a bit short and I hurt something on my left wrist that was very painful and I was thinking that I could not even end the race, so I slowed down, loosing some position. I was thinking to give up but then it was going slightly better and I decided to keep fight for some important points that I need for the Championship and I finish in the top ten.






At the end of the race we went check my wrist at the medical service, because it has swollen a lot and tomorrow I will go to my doctor to check it better and see what it is and hopefully is not so bad and I can do a good race in Mantova next week.”





Next Grand Prix: Lombardia-Italy, Mantova 26/06/16
Race 1:
1-T.Gajser, 2-A.Cairoli, 3-V.Guillod, 4-E.Bobryshev, 5-G.Paulin
Race 2:
1-T.Gajser, 2-M.Nagl, 3-G.Paulin, 4-C.Desalle, 10-A.Cairoli
Grand Prix:
1-T.Gajser 50p. 2-M.Nagl 36p. 3-G.Paulin 36p. 4-E.Bobryshev 34p. 6-A.Cairoli 33p.
World Championship Standings:
1-T.Gajser 482p. 2-R.Febvre 408p. 3-A.Cairoli 405p. 4-M.Nagl 378p. 5-E.Bobryshev 367p.

Mantova aspetta Tony Cairoli

La pista di Matterley Basin ha ospitato questo fine settimana il Gran Premio di Gran Bretagna, undicesimo round del Campionato del Mondo FIM MXGP 2016.






Sul mitico tracciato inglese, dove Antonio Cairoli ha conquistato ben quattro vittorie e dove nel 2013 è arrivata la conquista del settimo titolo di Campione del Mondo, i migliori piloti del Motocross iridato si sono dati battaglia, dando vita come sempre a gare memorabili. Sesto nella gara di qualifica del sabato, dopo aver recuperato le posizioni perse in una innocua scivolata durante il secondo giro, Tony ha fatto una delle sue fantastiche partenze nella prima manche della domenica, scattando davanti ai suoi avversari e siglando l’ottavo hole-shot della stagione.






Dopo aver perso due posizioni nel corso del primo giro, Cairoli transitava quarto al terzo passaggio sul traguardo, amministrando le forze in vista di una giornata impegnativa. Sul finire della manche Tony, con la consueta grinta si gettava all’attacco dei piloti che lo precedevano, rimontando fino alla seconda posizione, guidando fino alla fine con un ottimo ritmo. La partenza della seconda manche, sotto la pioggia battente, non risultava altrettanto efficace e, ostacolato da due avversari, il pilota del team KTM Red Bull Factory Racing doveva chiudere il gas, transitando alla seconda curva a metà del gruppo. Lanciato in una furiosa rimonta, sul tracciato reso viscido dalle precipitazioni Tony, nel terzo giro, è atterrato corto sul grande salto quadruplo, mentre attaccava per la decima piazza ed ha accusato un forte dolore al polso sinistro, che lo ha costretto a rallentare vistosamente, perdendo ulteriori posizioni. Recuperate le forze, alla guida della sua KTM 450SX-F, Cairoli stringeva i denti per recuperare ancora, fino a chiudere dolorante in decima posizione; conquistando punti preziosi che lo mantengono al terzo posto della classifica iridata, a sole tre lunghezze dal secondo posto. il prossimo appuntamento con la MXGP è tra sei giorni sulla pista lombarda di Mantova, per il dodicesimo round del Mondiale Motocross.





Antonio Cairoli: “Sono contento della mia prima manche, chiusa al secondo posto, perché anche se all’inizio ho perso tempo prezioso dietro i miei avversari, so che avrei avuto la velocità per giocarmela col primo. Ho provato a passarli subito ma era piuttosto difficile e ho dovuto attendere che commettessero un errore nel finale per avere la meglio. Mi aspettavo quindi molto dalla seconda manche perché questa pista mi piace ed ho dei bei ricordi qui ma una partenza difficile ha segnato la gara. Poi, mentre recuperavo ed ero a ridosso della top ten, sul grosso salto quadruplo sono atterrato corto ed ho battuto forte, procurandomi un forte dolore al polso sinistro. Ho rallentato pensando che ci fosse qualcosa di rotto ed ho perso qualche posizione. Pensavo di dovermi ritirare ma poi ho cominciato a sentirmi meglio ed ho preferito continuare per conquistare punti importanti per il campionato, riuscendo a chiudere decimo. A fine gara sono andato a farmi vedere nel centro medico perché il polso era piuttosto gonfio e domani andrò dal mio dottore per accertamenti più accurati; spero non sia nulla di grave per poter fare una buona gara a Mantova la settimana prossima.”





Prossimo GP: Lombardia, Mantova 26/06/16
Gara 1:
1-T.Gajser, 2-A.Cairoli, 3-V.Guillod, 4-E.Bobryshev, 5-G.Paulin
Gara 2:
1-T.Gajser, 2-M.Nagl, 3-G.Paulin, 4-C.Desalle, 10-A.Cairoli
Gran Premio:
1-T.Gajser 50p. 2-M.Nagl 36p. 3-G.Paulin 36p. E.Bobryshev 34p. 6-A.Cairoli 33p.
Campionato del Mondo:
1-T.Gajser 482p. 2-R.Febvre 408p. 3-A.Cairoli 405p. 4-M.Nagl 378p. 5-E.Bobryshev 367p.

lunedì 13 giugno 2016

I gioielli francesi degli Europei 2016

Ci siamo,questa sera tocca alla Nazionale Italiana affrontare la temutissima nazionale del Belgio.





Gli Europei 2016 non sono iniziati benissimo a causa dei violenti scontri avvenuti a Marsiglia tra i tifosi inglesi e quelli russi.





La Germania ha vinto 2-0 con l'Ucraina con goal di Mustafi e Schweinsteiger.





La Francia inzia con la vittoria sulla Romania






L'Uefa è arrivata addirittura a minacciare l'esclusione dagli Europei 2016 di Russia e Inghilterra nel caso di altri disordini.




                                                        
                                                             Ciondolo Pallone da calcio


Non ci resta che aspettare questa sera a tifare la nostra amata nazionale: FORZA AZZURRI!!!