lunedì 30 maggio 2016

Motocross:Gran Premio di Spagna, Talavera de la Reina

Weekend difficile per Antonio Cairoli in Spagna. L’otto volte Campione del Mondo, dopo due vittorie consecutive, ha dovuto fare i conti con un Gran Premio tormentato, già dalle prime battute nelle prove libere. Dopo aver recuperato diverse posizioni nella gara di qualifica, il pilota del team KTM Red Bull Factory Racing, si schierava al sesto cancello di gara uno alla domenica.






Dopo una partenza disturbata da un contatto, curvava ottavo, recuperando fino al quinto posto finale, senza però mai trovare il giusto feeling con la pista spagnola. In seconda manche una partenza disastrosa comprometteva la prima parte di gara ma con la sua KTM 450 SX-F, il campione siciliano recuperava molte posizioni, facendo segnare anche il giro record della gara, prima di incappare in una brutta caduta che gli faceva perdere parecchio terreno.






Ripartito nono, Tony chiudeva la gara nella stessa posizione, cercando di portare a casa preziosi punti che gli consentono di mantenere la terza posizione in classifica iridata. Prossimo appuntamento con la MXGP tra sei giorni in Francia sulla pista di St. Jean d’Angely.






Antonio Cairoli: “E’ stata una giornataccia, già ieri nelle prove non mi sentivo a mio agio su una pista che normalmente mi piace ma che era particolarmente difficile a causa del fango. Nella gara di qualifica sono comunque riuscito a rimontare fino alla sesta posizione, guidando bene e divertendomi, con una buona velocità.





Oggi in gara uno sono uscito bene dal cancello ma poi sono passato su un punto del rettilineo fangoso, che mi ha rallentato ed ho curvato attorno all’ottava posizione. La mia guida ne ha risentito e mi si sono indurite le braccia; così ho recuperato fino alla quinta posizione ma avrei dovuto arrivare almeno alla terza. In gara due sono partito male: il cancello ha tardato a cadere ed ho perso la concentrazione, così sono uscito praticamente ultimo.






Dopo qualche giro mi sono sorpreso di quante posizioni riuscissi a recuperare e di quanto andassi veloce ma quando stavo attaccando per la settima posizione, ho messo la ruota davanti su un punto della pista scivoloso ed ho perso l’anteriore, volando sopra al manubrio e cadendo pesantemente.






Quando mi sono rialzato ero nono ma troppo lontano dagli avversari per recuperare. E’ stata una brutta gara, soprattutto per il Campionato ma recupererò, come ho già fatto in passato, tornando al vertice vincendo più gare possibili.”
Prossimo GP: Francia, St.Jean d'Angely 05/06/16
Gara 1:
1-T.Gajser, 2-M.Nagl, 3-C.Desalle, 4-G.Paulin, 5-A.Cairoli
Gara 2:
1-T.Gajser, 2-M.Nagl 3-G.Paulin, 4-R.Febvre, 9-A.Cairoli
Gran Premio:
1-T.Gajser 50p. 2-M.Nagl 44p. 3-G.Paulin 38p. 4-C.Desalle 35p. 7-A.Cairoli 28p.
Campionato del Mondo:
1-T.Gajser 385p. 2-R.Febvre 361p. 3-A.Cairoli 338p. 4-M.Nagl 317p. 5-E.Bobryshev 295p.

mercoledì 25 maggio 2016

Montecarlo: G.P. Monaco Are You Ready?

Il GP di Monaco non è solo la gara più famosa del Mondiale Formula 1 2016 ma anche uno degli appuntamenti sportivi più importanti dell’anno. La gara di Monte Carlo  sarà molto probabilmente innaffiata dalla pioggia.





Nico Rosberg cercherà la quarta vittoria consecutiva nel Principato mentre la Mercedes deve a tutti i costi riscattare la figuraccia di due settimane fa in Spagna in una corsa che vedrà il debutto degli pneumatici Pirelli ultrasoft.






Il circuito di Monte Carlo - location della sesta tappa del Mondiale F1 2016 - è molto lento ed è caratterizzato dalla scarsa aderenza: in condizioni normali si effettua una sola sosta ai box. La pioggia prevista per domenica potrebbe scombussolare i piani di molte scuderie.






Partire bene nel GP di Monaco non è importante, è fondamentale. Nelle ultime dodici edizioni solo in due occasioni chi non è scattato dalla pole position è riuscito a vincere e dal 1997 a oggi il trionfatore della gara è sempre partito in “top 3”.







Chiudiamo con altre due “chicche”: la Ferrari non sale sul gradino più alto del podio nel Principato dal lontano 2001 e in questo decennio solo Vettel nel 2011 è riuscito a dominare qui e a vincere il titolo.

lunedì 23 maggio 2016

Problemi tecnici per il Dottore e lo Squalo

Domenica all'insegna della sfortuna per i campioni delle 2 ruote Valentino Rossi e Vincenzo Nibali.







Rottura del motore per il dottore e problemi alla catena per lo squalo,cose che capitano anche ai numeri 1.







Al mattino nel warm-up un problema al motore della Yamaha di Jorge Lorenzo e dopo qualche giro in gara stesso problema per il motore della Yamaha di Valentino Rossi.





I veri campioni dello sport pero' si riconoscono anche dai momenti no e questo è uno di quelli.





Rossi e Nibali sapranno sicuramente reagire alla sfortuna e torneranno piu' forti di prima.







Certo Valentino Rossi ci teneva tantissimo a salire sul podio del Mugello anche dopo l'ottimo risultato ottenuto nelle qualifiche del sabato,ma purtroppo quello che per l'occasione è stato chiamato il Mugiallo si è trasformato in una giornata nera con fumata bianca.






Valentino adesso dovrà rimboccarsi le maniche, a partire dal Gp di Catalogna, fra due settimane, a Barcellona, per recuperare i 37 punti di distacco che lo separano in classifica da Jorge Lorenzo.
Vincenzo Nibali  invece da oggi non dovrà più sbagliare niente.






Diciamo che la terza settimana del Giro e i 2'51 di distacco da recuperare dalla maglia rosa Kruijswijk stanno a lui come i 37 punti di divario da annullare in classifica in dodici Gran premi stanno a Vale Rossi.

mercoledì 18 maggio 2016

La prima campagna pubblicitaria virtuale del web é firmata Circuiti

Inizia dal Mugello la prima campagna pubblicitaria virtuale del web firmata Circuiti Gioielli.






Per la prima volta un brand di gioielli utilizza una nuova tecnica di marketing,una nuova idea che supera tutte le barriere della comunicazione che parte dal Mugello,ma che andra' a toccare inizialmente i circuiti italiani di Monza,Misano,Imola per la Formula 1,MotoGP e SBK,Maggiora e Mantova per il motocross.






La campagna vuole promuovere il proprio marchio di gioielli dedicati al motorsport grazie all'allestimento di cartelloni pubblicitari virtuali posizionati alle entrate e all'interno dei circuiti automobilistici e motociclistici,veri palcoscenici di pure emozioni. 





La forma armoniosa e dinamica dei circuiti di Formula 1 e MotoGP il cui tracciato é frutto di un'evoluzione storica che li ha adeguati di volta in volta alle esigenze dei piloti e della sicurezza seguendo il moto del progresso tecnologico dell'affascinante mondo dei motori ha ispirato la collezione CIRCUITI.






Circuiti é il marchio italiano che anticipa sempre le mode,i modi di comunicare e anche questa volta in occasione del G.P. del Mugello 2016 ha voluto stupire i numerosissimi clienti e fans.






Una nuova frontiera della comunicazione,Circuiti Gioielli,sempre in pole position!!!

lunedì 16 maggio 2016

Tony Cairoli vince in Trentino

Antonio Cairoli ha vinto in Trentino, davanti al suo splendido pubblico, il settantaseiesimo Gran Premio in carriera. Il campione siciliano ha bissato la vittoria della settimana precedente in Germania, avvicinandosi al vertice della classifica iridata.






 Dopo aver chiuso agevolmente in terza posizione la gara di qualifica del sabato, su una pista resa insidiosa delle abbondanti precipitazioni, Tony centrava in gara uno, una delle migliori partenze della sua incredibile carriera, girando alla prima curva con ampio margine. 






Il pilota del KTM Red Bull Factory Racing Team, gestiva il vantaggio, restando in testa dalla prima all’ultima curva, per la terza volta consecutiva quest’anno, tagliando il traguardo vittorioso.








In gara due, Cairoli partiva secondo, prendendo il comando delle operazioni al nono giro, approfittando di un errore di Gajser (Honda), cercando di evitare rischi e mettendo al sicuro il risultato della prima manche. 







L’otto volte Campione del Mondo perdeva una posizione a due giri dal termine e tagliava il traguardo secondo, aggiudicandosi il Gran Premio del Trentino con 47 punti, portando il distacco dalla tabella rossa a 25 lunghezze. Prossimo appuntamento con la MXGP tra quindici giorni in Spagna, per il nono round dell’anno.







Antonio Cairoli: “Vincere qui oggi è stata una cosa fantastica, anche perché questa non è certo una delle mie piste preferite. Il fondo duro e scivoloso non si adatta molto alle mie caratteristiche ma sto guadagnando confidenza e dopo tanti test, il feeling con la moto migliora di gara in gara. 




Dal Gran Premio della Lettonia abbiamo cominciato a ricevere ogni settimana parti nuove da KTM e la moto ora comincia ad essere spettacolare. 




Abbiamo migliorato in diverse aree, come nelle partenze e ci stiamo avvicinando alla testa della classifica, come da obbiettivo, anche se mi manca ancora un po’ di velocità nei primi giri ma stiamo lavorando anche su questo.




La prossima gara sarà in Spagna, dove ho debuttato, vincendo col 450 l’anno scorso e non vedo l’ora che questi quindici giorni passino velocemente.”





Prossimo GP: Spagna, Talavera de la Reina 29/05/16
Gara 1:
1-A.Cairoli, 2-M.Nagl, 3-K.Strijbos, 4-T.Gajser, 5-J.Van Horebeek

Gara 2:
1-R.Febvre, 2-A.Cairoli, 3-E.Bobryshev, 4-T.Gajser, 5-J.Van Horebeek

Gran Premio:
1-A.Cairoli 47p. 2-R.Febvre 40p. 3-T.Gajser 36p. 4-K.Strijbos 35p. 5-M.Nagl 35p.

Campionato del Mondo:
1-T.Gajser 335p. 2-R.Febvre 331p. 3-A.Cairoli 310p. 4-M.Nagl 273p. 5-E.Bobryshev 264p.

giovedì 12 maggio 2016

Tony Cairoli alla riscossa

Siamo tutti in fibrillazione e anche noi non vediamo l'ora che arrivi questo week-end per vedere all'opera il nostro amato campione: Tony Cairoli.






Tony é reduce da una importantissima vittoria in Germania  che é servita per far capire agli avversari che aria comincia a tirare nel campionato del mondo di motocross.







Eravamo curiosi di vedere gareggiare tutti i campioni nelle migliori condizioni e finalmente ad Arco di Trento ci siamo:Cairoli,Febvre,Gajser,Nagl,Bobryshev e tutti gli altri partiranno al top della condizione regalando sicuramente al pubblico uno spettacolo indimenticabile.





Arco di Trento e Mantova sono le tappe italiane del mondiale mentre quest'anno a Maggiora si correra' il Motocross delle Nazioni 2016.

Tony sta preparando alcune sorprese per tutti i fans che accorreranno sulla pista di Pietramurata.





La costante richiesta di biglietti lascia immaginare un’altra edizione con tanto pubblico per questa “prima” italiana del MXGP organizzata dal Moto Club Alto Garda Off Road, in collaborazione con Youthstream Group, il promotore italiano BPROM e le federazioni motociclistiche internazionale e italiana. Hanno saputo intuirlo bene gli organizzatori allestendo altre tribune naturali su uno dei crossdromi più amati non solo dai piloti ma anche dal pubblico per il bellissimo colpo d’occhio regalato dalla suggestiva posizione del circuito del Ciclamino.



mercoledì 11 maggio 2016

Il primo orafo a 5 stelle

Di solito si sente parlare di chef stellati o di hotel a 5 stelle,ma da oggi si puo' dire che esiste il primo orafo a 5 stelle!!!





L'orafo Gianfranco Quartaroli ha voluto dedicare un gioiello ad uno dei fuoriclasse della politica italiana perche'come esistono i fuoriclasse nello sport esistono anche in politica e uno di questi é senza dubbio Alessandro Di Battista.






Di Battista è un vero e proprio stakanovista della politica, non si risparmia mai,dando sempre tutto come un vero campione dello sport grazie anche al lavoro di squadra, ha permesso al movimento 5 stelle di arrivare ai cuori degli italiani.






Per le elezioni comunali di Novara Alessandro Di Battista fara' da supporto al candidato sindaco Cristina Macarro e il creativo orafo valenzano,ma novarese d'adozione Gianfranco Quartaroli ha ideato un braccialetto in argento 925 realizzato appositamente per l'occasione:un gioiello a 5 stelle.





Un pensiero primo di tutto da cittadino che vuole essere un premio e un omaggio al grande impegno profuso dal giovane politico romano amato da giovani e meno giovani di tutta Italia.







Il bracciale puo' essere personalizzato con il nome di tutte le citta': 





MILANO,ROMA,GENOVA,PALERMO,NAPOLI,FIRENZE,TORINO,LIVORNO,PARMA per citarne solo alcune.



L'addio malinconico di Flavia Pennetta al Foro Italico

Il Foro Italico si inchina a Flavia Pennetta, la vincitrice degli US Open 2015 e poi ritiratasi 
dall'agonismo la scorsa stagione.






 Un saluto che riporta alla memoria l'emozione per la finale tutta italiana con Roberta Vinci agli Us Open.




Tra l'altro forse non tutti sanno che la storia del bracciale a rivière di diamanti,oggi chiamato bracciale tennis, è legata al nome di un'altra celebre campionessa del tennis mondiale, Chris Evert,che durante un match nel 1987 nel torneo di tennis degli US Open,perse la propria rivière di diamanti (inquadrata da sollecite telecamere) chiedendo cosi' al giudice di interrompere la partita in modo da poter ritrovare il prezioso gioiello.





Fu così che la Evert in conferenza stampa dichiarò che fu la prima volta che si era separata dal suo "tennis bracelet", dando inconsapevolmente il nome a uno dei "must" della gioielleria contemporanea.



Il tennis, sport che da sempre ha regalato molto alla moda, riceve oggi un omaggio dal mondo del fashion e della gioielleria.

martedì 10 maggio 2016

Francesca Piccinini si trasferisce a Novara

Francesca Piccinini è una giocatrice della Igor Volley Novara. La 37enne ha firmato un contratto con il club piemontese per la sua 24esima stagione in Serie A1.





La schiacciatrice, fresca vincitrice della Champions League con Casalmaggiore, è pronta per rappresentare la nona società della sua infinita carriera.







Dopo il debutto con Massa e Carrarese, il passaggio a Reggio Emilia e Modena (due tranche, 1996/1997 e 2013/2015), l’annata a Spezzano, le dieci stagioni a Bergamo prima dell’avventura a Chieri e l’ultima annata con Casalmaggiore.







In mezzo anche l’avventura in Brasile con il Paranà nel 1998/1999.






Nella sua bacheca brillano l’oro ai Mondiali 2002, il trionfo agli Europei 2009 e in Coppa del Mondo 2007. A livello di club 6 Champions League, 4 scudetti, 2 Coppa Italia.

lunedì 9 maggio 2016

Tony Cairoli:l'imperatore è tornato

Antonio Cairoli vince il Gran Premio di Germania e torna sul gradino più alto del podio, interrompendo un digiuno lungo quasi un anno.






L’otto volte Campione del Mondo ha letteralmente dominato il settimo Gran Premio del Mondiale MXGP 2016, con una prova maiuscola sul difficile e tecnico tracciato tedesco. Dopo aver conquistato il primo cancello nella gara di qualifica del sabato, guidando in testa dalla prima all’ultima curva, Tony schierava la sua KTM 450 SX-F al primo cancello del via di gara uno la domenica. Partito in testa, il pilota del KTM Red Bull Factory Racing Team, imprimeva un ritmo forsennato alla gara, rispondendo colpo su colpo agli attacchi degli avversari, tagliando il traguardo in prima posizione. 





Nella seconda frazione di gara, Cairoli scattava per la terza volta davanti a tutti, cercando di prendere il largo sin dalle prime curve, martellando su tempi record, giro dopo giro e scavando un divario incolmabile per i diretti inseguitori. Il traguardo di gara due lo vedeva vincitore ancora una volta, incorniciando così un fine settimana a dir poco perfetto. Questa vittoria permette ad Antonio di guadagnare 50 preziosi punti, utili ad accorciare il distacco dalla tabella rossa. Prossimo appuntamento tra sei giorni sulla pista di Arco di Trento, per l’ottavo round di diciotto.

Antonio Cairoli: “Questo weekend le partenze sono state fantastiche e mi hanno aiutato molto; abbiamo ricevuto alcune parti nuove dall’Austria, che abbiamo testato in settimana e ora la moto va molto bene. Io non sono ancora al top della condizione ma mi ha aiutato molto avere una moto così performante. Fin ora è stato difficile correre, sapendo di non poter rispondere agli attacchi dei miei rivali, perché non ne avevo la forza ma adesso so che gara dopo gara posso migliorare e abbiamo ancora delle cose nuove da provare, prima di andare ad Arco.






La stagione è ancora molto lunga e il mio obbiettivo è quello di lottare per il podio ad ogni gara, per tornare al vertice. Non ho mai perso la fiducia nei miei mezzi, perché sapevo che essendo infortunato avrei dovuto guarire e soffrire prima di tornare al massimo e anche se il muscolo della mia spalla non è ancora ricresciuto a sufficienza, sono ottimista. Sono anche consapevole che oggi la pista mi ha aiutato un po’, perché non era velocissima, anche se molto tecnica ma su piste più rapide potrebbe ancora essere un problema. Ringrazio il mio team per il lavoro fantastico fatto insieme e ora andiamo ad Arco dove non vedo l’ora di incontrare i miei sempre molto esigenti tifosi italiani.”






Prossimo GP: Trentino, Arco di Trento 15/05/16
Gara 1:
1-A.Cairoli, 2-T.Gajser, 3-M.Nagl, 4-C.Charlier, 5-K.Strijbos
Gara 2:
1-A.Cairoli, 2-E.Bobryshev, 3-R.Febvre, 4-T.Gajser, 5-V.Guillod
Gran Premio:
1-A.Cairoli 50p. 2-T.Gajser, 3-E.Bobryshev 35p. 4-M.Nagl 35p. 5-R.Febvre 31p.
Campionato del Mondo:
1-T.Gajser 299p. 2-R.Febvre 291p. 3-A.Cairoli 263p. 4-M.Nagl 238p. 5-E.Bobryshev 232p.