venerdì 28 novembre 2014

Anteprima Novita' Gioielli MotorSport : Bracciale Raceflag

Circuiti il marchio di gioielli per tutte le appassionate e gli appassionati di motorsport per eccellenza ha ideato il nuovissimo bracciale ispirato alle bandiere che i commissari di gara utilizzano per comunicare le loro decisioni ai piloti.






Ogni bandiera ha un significato diverso per ogni colore e i colori hanno i seguenti significati:




Il bracciale #Raceflag sara' disponibile nella nostra gioielleria on-line e presso i rivenditori autorizzati.


giovedì 27 novembre 2014

Ciondoli,Gioielli,Simboli,Animali,Sport,Calcio,Motori

Una delle novita' 2014-2015 che potete trovare nella nostra gioielleria on-line sono i ciondoli simboli dello sport.

La tartaruga è sempre stata la mascotte del pluricampione del mondo di MotoGP Valentino Rossi: il primo peluche gli fu regalato da sua madre quando aveva circa 11 anni; si trattava di una tartaruga ninja (che grazie a delle ventose teneva appiccata sul casco all'epoca delle minimoto).





Quindi è sempre stato un portafortuna, da cui è nato un tatuaggio e la grafica su ogni suo casco by Aldo Drudi.


Il delfino e il cavalluccio marino sono altre 2 simbologie ricorrenti nel mondo dello Sport




All'interno della nuova collezione di ciondoli in acciaio non poteva mancare  il Toro simbolo di fertilita',virilita' e forza sessuale.



Abbiamo voluto dedicare anche una Collezione ai nostri amici a 4 zampe e chiamarla  proprio con i nomi dei nostri Tiger e Bimba



Se vuoi rendere unico l'Amore e il legame con il tuo amico a quattro zampe possiamo personalizzare il tuo ciondolo con l'incisione realizzata appositamente su richiesta.



Scopri gli ultimi arrivi on-line a partire da € 29.

Novita' Gioielli Calcio 2017:Marco Nappi e La Foca Monaca

Era il 17 aprile 1990, sul neutro di Perugia si disputa il ritorno della semifinale di Coppa Uefa tra Fiorentina e Werder Brema. Marco Nappi, mosso da irrefrenabile anima circense, percorre 40 metri con la palla incollata alla testa "slalomeggiando" tra compagni ed avversari. Il numero è quello della "foca monaca", così in voga negli acquari di tutto il mondo.




Su un rettangolo verde invece, in una partita ufficiale, si vede per la prima volta e quella prodezza, quel numero da equilibrista farà il giro del mondo.Marco Nappi sei anni al Genoa, tre nella Fiorentina e poi Udinese,Atalanta gioca 100 partite in serie A,raggiunge una finale di coppa Uefa.





Qualsiasi intervista faccia Marco Nappi, ad un certo punto arriva il momento dell'amarcord, dell'immagine di quel Fiorentina-Werder Brema.





Digiti su Google: "foca monaca", ed accanto al curioso animaletto ecco Marco Nappi accompagnato dai 27 secondi di filmato che lo ritraggono a naso all'insù mentre conduce, fiero, il pallone sulla fronte.





Il terzo indizio che forma una prova? E' l'8 ottobre 2008 e durante il "Borgonovo day" si sfidano all'Artemio Franchi le vecchie glorie di Milan e Fiorentina. Tra i viola c'è anche Marco Nappi, mentre a bordo campo Stefano Borgonovo in carrozzina compone con gli occhi frasi che vengono riprodotte sul tabellone elettronico. Una di queste recita: "dai Marco, facci il numero della foca monaca!" Incredibile, anche il suo amico Stefano Borgonovo gli chiese il numero che lo ha reso famoso.



Più di tutto, più di qualsiasi altra prodezza.Marco Nappi l'unico calciatore capace di fare 40 metri con la palla attaccata alla testa, in grado come nessun altro di fare il numero della... "foca monaca".





L'orafo degli sportivi Gianfranco Quartaroli ha voluto dedicare un gioiello a questa prodezza,un gioiello per tutti coloro che amano il calcio e che si riconoscono nella prodezza di Marco Nappi,perché non bisogna dimenticare che il calcio è soprattutto un gioco,è spensieratezza,è divertimento.



 MISURE CIONDOLO:LARGHEZZA CM.2,5 ALTEZZA CM.1,2


            Marco Nappi indossa il ciondolo Foca Monaca ideato dall'orafo Gianfranco Quartaroli

Il ciondolo con laccetto in cotone cerato viene inviato all'interno di un'elegante confezione corredato del certificato di garanzia.



Il ciondolo la "Foca Monaca" è disponibile con pallone da calcio smaltato dei colori delle squadre di calcio.

mercoledì 26 novembre 2014

Dietro le Quinte


L’idea di aprire una gioielleria online per tutti gli sportivi, nasce dalla mia doppia passione per lo sport e per i gioielli. Stanco e annoiato di vedere nel settore della gioielleria sempre le solite simbologie (croci,cuori,animali,fiori ecc.), mi sono messo alla ricerca di un gioiello che potesse unire le mie passioni per la F1 e il MotoGP e il mio lavoro di orafo.

Dalle mie dettagliatissime e continue ricerche notai che nessuno nel mondo della gioielleria avesse pensato di creare una collezione che potesse unire il mondo dei gioielli, con le mie passioni.

Ed è appunto guardando le gare di motociclismo ed automobilismo che mi venne l’idea illuminante….realizzare un gioiello mai realizzato fino ad ora nel mondo

Ho immaginato esattamente nella mia mente un gioiello che avesse le stesse forme dei circuiti con un diamante nel punto di partenza e magari uno scorrevole con incastonata una pietra preziosa taglio baguette a seconda del colore del team + 4 diamanti neri ai lati in funzione delle gomme.

Il castone scorrevole fu inserito proprio perché volevo creare un gioiello che non fosse statico essendo un gioiello legato al mondo della velocita’ e quindi al movimento.

Credendo fermamente nella mia idea pensai allora di brevettarla, feci fare una ricerca da uno studio legale per vedere se qualcuno in Italia o nel mondo avesse gia' pensato ad una cosa del genere…e dopo un periodo di tempo, la risposta di questi professionisti fu: “Gianfranco, nessuno ha mai realizzato quello che tu vuoi creare!!!”

Depositai la domanda all'ufficio brevetti e dopo un paio di anni mi arrivo' il brevetto ornamentale dal Ministero per l'intera collezione CIRCUITI. Nello stesso tempo ci voleva un marchio e fu cosi' che mi affidai ad un'amica architetto che dopo una serie infinita di disegni tiro' fuori il marchio utilizzato tutt'oggi.


A questo punto dovevo capire da dove cominciare e cosi’ pensai che la miglior cosa fosse presentare la mia idea al circuito piu’ vicino alla mia citta’. Realizzai i primi modelli del circuito di Monza e dopo aver fissato un appuntamento con l’ufficio comunicazione mi presentai con il primo ciondolo del circuito di Monza da me realizzato in oro bianco e diamanti neri.

Capii subito dagli sguardi che l’idea era piaciuta…infatti mi confermarono che nessuno mai prima aveva pensato di utilizzare le forme dei circuiti per farne dei gioielli.

Mi fu solo rimproverato il fatto di aver utilizzato i diamanti neri e quindi dopo una serie di prototipi finalmente si stipulo’ un regolare contratto. La soddisfazione di essere il primo e unico al mondo a realizzare questi esclusivi gioielli fu la vera spinta ad andare avanti, tra mille difficoltà.